Iniziativa Buon Natale....anche per gli Animali!!!!

giovedì 15 dicembre 2011

Mentre passeggiavo lungo un torrente vidi una nutria e un fagiano che mangiavano tranquille una accanto all'altra...


pensavo a come due esseri così diversi potessero convivere e condividere lo stesso momento.





Mi venne così in mente ciò che avevo letto parecchi mesi prima su uno dei miei libri di Noetica...le teorie di Darwin sull'evoluzione, in cui la Natura è una continua competizione in cui a vincere è il più forte, non sono così esatte.

Gli evoluzionisti sottolineano sempre più il ruolo della cooperazione nel sostenere la vita nella biosfera.
Molti scienziati si sono accorti  da tempo dei rapporti simbiotici in natura.

Gli animali si sono co-evoluti e continuano a coesistere, in un equilibrio che è stato spezzato solo dall'uomo.
La sofferenza degli animali nei circhi

Investigazioni e reportage - Animali picchiati e incatenati, al Great British Circus come in ogni circo del mondo.




Per condividere o scaricare il video: TV Animalista

martedì 6 dicembre 2011

10 e 11 dicembre: Lav in piazza contro le pellicce!


Non ci occupiamo di abiti firmati.
L'unica firma che conta per noi è la tua!
Il 10 e l'11 Dicembre
ti aspettiamo in piazza per dire
Basta alle pellicce!

La Lav scende in piazza il 10 e l'11 dicembre contro le pellicce. Vieni a firmare per fermare questa atrocità. Ogni anno milioni di animali vengono uccisi per elettrocuzione orale o anale, uccisi con il gas, o addirittura scuoiati vivi......tutto questo per la vanità e avidità dell'essere umano.

Aiutaci a fermare tutto questo!!! 

Sul sito della Lav trovi l'elenco delle piazze per ogni regione:




Servizio di Striscia sul presidio contro Green Hill del 2 dicembre 2011




Questo è ciò che è successo quando Stoppa è stato invitato ad entrare in comune a parlare con il sindaco.
La"signora" ha definito Green Hill un semplice allevamento di cani e poi ha anche detto all'inviato "lo chiuda lei GH"....lo chiuda lei???? Lascio a voi giudicare...

Striscia - Consegna firme per la chiusura di Green Hill

sabato 3 dicembre 2011

2 dicembre 2011 Manifestazione contro Green Hill

Il presidio ha avuto luogo davanti al municipio di Montichiari dalle 10 alle 12, e davanti alla ASL dalle 14 in poi. Sono intervenuti anche l'onorevole Brambilla e l'inviato di Striscia la Notizia Edoardo Stoppa.


Dalle notizie che ci sono pervenute, alla sindachessa sono state consegnate circa 16mila firme a favore della chiusura dell'allevamento, il tutto davanti alle telecamere. Inoltre Stoppa è entrato in comune riuscendo così a fare qualche domanda alla sindachessa...in ogni caso vedremo tutto nel servizio di Striscia la Notizia che andrà in onda lunedì 5 dicembre.


video



mercoledì 2 novembre 2011

Fermiamo il commercio di pellicce!

Ogni anno circa 30 milioni di animali vengono scuoiati per l'egoismo e l'ignoranza di chi alimenta il commercio di pellicce.
Gli animali "da pelliccia" sono allevati in gabbie strettissime per tutta la loro esistenza e si auto lesionano per disperazione, spesso mordendosi le zampe fino a far fuoriuscire l'osso.
Le loro ferite, o malattie, non vengono curate e vanno in putrefazione, così come quei poveri animali che muoiono non sostenendo ulteriormente quell'agonia.

Gli animali "vivono", anzi sopravvivono, in mezzo ai loro escrementi e in mezzo ai cadaveri in decomposizione dei loro compagni.

Tutto questo fino a quando....

...fino a quando non giunge quel giorno. Il giorno della fine.




Vengono uccisi spezzandogli il collo, nelle camere a gas, con l'elettrocuzione orale, anale o vaginale, con bastonate e uncini nel cranio.....o spesso......VENGONO SCUOIATI VIVI.

L'uomo non comprende che gli animali, TUTTI, sono esseri senzienti, che provano dolore e paura, esattamente come noi, che soffrono vedendo i loro compagni uccisi e che temono la morte come qualunque essere vivente.

NON C'E' PIU' SPAZIO PER L'IGNORANZA!!!

E non si tratta solo di pellicce ma anche di giacche o accessori con inserti in pelo!
Persino cani e gatti vengono utilizzati per fare ciò!

EGOISMO, IGNORANZA, VANITA'......NON DEVONO ESSERE LORO A PAGARE PER LA BASSEZZA UMANA!!!

Gli animali sono esseri puri e innocenti, molto più di quanto lo sia l'uomo...........

VOLETE LE CIFRE??????? ECCOLE: 

Animale / Numero di esemplari richiesti

Agnello droadtail 30 - 45
Agnello Karakul 18 - 26 (si producono anche pellicce particolarmente pregiate con neonati o agnelli non ancora nati; in tal caso si stimano 60 esemplari morti per un capo di medie dimensioni)
Bob-cat 15 - 20
Cani 12
Castoro 16 - 20
Cavallino 6 - 8
Cincillà 130 - 200
Coyote 12 - 16
Criceto 120 - 160
Ermellino 180 - 240
Fishe 18 - 25
Foca (cucciolo) 5 - 8
Gatto 20 - 30
Ghiottone 5 - 7
Lince 8 - 18
Lontra 10 - 20
Lupo 3 - 5
Martora 40 - 50
Moffetta 60 - 70
Nutria 25 - 35
Ocelotto 12 - 18
Opossum 30 - 45
Procione 20 - 35
Puzzola 50 - 70
Scoiattolo 120 - 200
Tasso 10 - 12
Topo muschiato 60 - 110
Visone 30 - 50 (La specie in assoluto più sfruttata da questa industria. FOA parla di 60 visoni per pelliccia completa, nell'imponente produzione finlandese si va dai 60 agli 80)
Volpe 10 - 20
Wallaby 20 - 30
Zibellino 50 - 80


mercoledì 19 ottobre 2011

Combattiamo per chi voce non ha...

Vivisezione alias Sperimentazione Animale, ovvero l'insieme di test eseguiti sugli animali per valutare quanto una sostanza può essere nociva all'organismo umano. Umano, appunto. La domanda nasce spontanea: cosa c'entra un organismo animale con un organismo umano? Quanto hanno in comune? Poco se non niente.
Un topo, un gatto, un cane, hanno una durata della vita media molto minore rispetto all'essere umano. Così come è differente il loro metabolismo e il loro codice genetico. Come si possono quindi prevedere gli effetti di una sostanza sul corpo umano, anche a lunga distanza? Di certo non con la sperimentazione animale.
Ci sono esemplari, ad esempio le scimmie, il cui DNA più si avvicina a quello umano, ma ciò non giustifica il fatto che vengano svolti su di essi esperimenti dolorosi e atroci.

Gli scienziati preferiscono la vivisezione ai metodi alternativi poichè questa è più economica e veloce, un enorme vantaggio quindi per loro, sotto tutti i punti di vista.
Lucro, questo è il motivo per cui esiste la vivisezione, la nostra salute non c'entra nulla.
Non fatevi convincere da spot in cui viene detto che è giusto sacrificare un topo per salvare un bambino:non è così. Infatti la sperimentazione animale è pericolosa per la salute umana, questo perchè gli animali su cui effettuare gli esperimenti vengono scelti in base allo scopo che si vuole raggiungere.
Se ad esempio si vuole far approvare una sostanza (dannosa) dicendo che questa non provoca una determinata malattia, la si testa su un animale immune alla patologia in questione. Ovviamente non tutti gli esperimenti sono falsati ma ciò non toglie che la vivisezione sia un atto di crudeltà e null'altro.
Esistono metodi alternativi e sono gli scienziati stessi a dirlo.

I test inoltre non riguardano solo i farmaci, ma anche i cosmetici (quasi tutti sono testati) e persino gli alimenti e le sigarette.

Si, proprio così: cioccolato iniettato nelle vene di roditori per studiarne la pressione sanguigna, ingredienti di rossetti inseriti nell'occhio di un coniglio finchè l'occhio stesso non viene perso dall'animale, fumo di sigarette fatto inalare a forza a cani di razza beagle inserendogli dei tubi in gola,e tanto altro ancora...

Esistono persino allevamenti di animali destinati alla vivisezione. Animali che nascono in gabbie che non gli consentono il minimo movimento, e vivono la loro breve vita senza mai uscire, al buio o con una luce sempre e solo artificiale, senza aria pulita e fresca.....e quando sono ritenuti "idonei" vengono caricati su camion e aerei e spediti in laboratori dove saranno vivisezionati fino alla morte. 
Un esempio è l'allevamento di Beagle di Montichiari (BS) Green Hill, ppartenente alla Marshall (Stati Uniti).

Le marche che ogni giorno utilizziamo per truccarci, lavarci, nutrirci....quasi tutte si rendono complici di finanziare la vivisezione, se non direttamente, mediante i singoli ingredienti che utilizzano.
Cosa possiamo fare noi? A parte partecipare attivamente alle manifestazioni e firmare le petizioni, possiamo fare una scelta più consapevole quando facciamo la spesa e comprare solo prodotti appartenenti alla lista Cruelty Free (senza crudeltà)....all'inizio sembrerà complicato rinunciare alle nostre marche abituali e dover porre tanta attenzione negli acquisti, ma vi assicuro che dopo le prime volte diventerà più semplice e ci si sentirà anche meglio con noi stessi.

La nostra bellezza, vanità, golosità, pigrizia, non deve essere causa di morte per esseri SENZIENTI (di esseri che capiscono e soffrono,si sta parlando) che sono nati liberi e su cui noi non abbiamo nessun diritto.

I più grandi artisti, poeti, scienziati, della storia, disprezzavano la vivisezione e qualsiasi forma di maltrattamento animale.....pensateci e documentatevi.